Sicurezza stradale

Data: Ticket: # 193
Categoria: Proposte / Viabilità e trasporti 
Mappa: icona mappa ticket193 Stato:
Vota :    0
Vorrei portare in risalto un problema che affligge un po' tutta la nostra città di Varazze, ovvero i parcheggi e la viabilità in generale. Ci sono parcheggi improvvisati che risultano, oltre che selvaggi, pericolosi (come venendo giù dal Nautilus) e affatto puniti ma tollerati (mentre se io vado in farmacia, una mattina di inverno con la città deserta, giusto un minuto e lascio la macchina davanti Mumitta mi becco la multa...). In via Nocelli poi è il massimo: macchine parcheggiate in galleria e soprattutto, una questione che mi da molto fastidio, macchine parcheggiate davanti le strisce (nelle line gialle messe lì non a caso) che oscurano totalmente la visibilità alle macchine che non vedono eventuali pedoni che vogliono attraversare la strada (spesso spuntano all'improvviso ragazzini e bambini con la bicicletta e grazie a Dio ancora non è successo niente...). Quanto dovrà passare perché certi parcheggi pericolosi vengano rilevati e multati? O in nome del turismo e del denaro chiudiamo tutti e due gli occhi finché qualcuno non ci lascia le penne? Infine una considerazione sui pedoni che attraversano dove vogliono, quando magari le strisce sono a pochi metri... (dalla Assunta, lungo tutta l'Aurelia specie a levante, ecc...): mettere delle barriere che obbligano i pedoni ad attraversare dove devono, come ad Albissola Marina, non si può fare??? Grazie per la cortese attenzione.

  • Comune di Varazze

    In merito alla Sua cortese segnalazione che affronta diverse tematiche è opportuno fare alcune riflession:
    1) il centro urbano del Comune di Varazze è dotato di oltre 1500 parcheggi bianchi, 366 stalli di sosta a pagamento ed oltre cento parcheggi riservati a disabili cui vanno aggiunti i parcheggoi riservati alla sosta dei veicoli adibiti al trasporto delle merci per una popolazione residente prossima alle 14.000 unità. Atteso che durante i fine settimana e nel periodo estivo l’utenza aumenta in misura abnorme è evidente che gli spazi non sono sufficienti e che la circolazione presenta picchi di grande criticità per cui il fenomeno dei ” parcheggi improvvisati” . A fronte di ciò per motivi indipendenti dalla volontà dell’amministrazione il numero di agenti di polizia locale è notevolmente sottodimensionato rispetto a quanto previsto dalla normativa per cui sul controllo del territorio la priorità viene data ai casi di grande pericolosità ( curve, incroci, passi carrai..).
    2) nello specifico si informa che la competenza sulla manutenzione e sulla segnaletica delle strade appartiene all’ente proprietario. La SSn.1 Aurelia è di proprietà dell’anas per cui il controllo della segnaletica, sulla viabilità, le occupazioni di suolo sono di competenza della sede compartimentale di Genova ed il controllo, in via primaria è di competenza della polizia Stradale che nulla ha fornito elementi ostativi rispetto alla sosta sul lato destro della carreggiata innanzi al Nautilus in quanto, la larghezza della carreggiata consente il transito dei mezzi pubblici.
    Stessa problematica in via Nocelli. La continua diatriba fra Comune ed Anas sulla proprietà della strada ha generato la situazione che la S.V. ha così ben descritto: assenza di segnaletica orizzontale, passaggi pedonali (tracciati dal Comune) pericolosi, alta densità di traffico. Recentemente, nell’ennesimo incontro fra le parti la polizia Locale ha sollecitato la realizzazione di passaggi pedonali rialzati , dell’installazione di dissuasori di sosta in prossimità dei passaggi pedonali e dell’installazione di una segnaletica verticale tesa ad una riduzione della velocità dei veicoli, al fine di evitare, nel sacrosanto diritto all’incolumità delle persone. per completezza di informazione nel 2016 sono stati 3 gli incidenti rilevati in via Nocelli.
    3) Dalla Sua attenta disamina della situazione emerge anche un problema di “cultura stradale”. Non si può pensare che, siccome non c’è traffico io possa lasciare la macchina in divieto perchè d’estate c’è pieno e non “fanno le multe”. Così come non si deve parcheggiare la macchina in zone che intralciano intanto ” siamo in quattro, la multa è di €28 e con dieci euro ce la caviamo..” come spesso si sente dire. Stesso discorso vale per i pedoni che attraversano fuori dai passaggi pedonali e si concorda nel suggerimento di implementare le barriere parapedonali che “costringono” a certi comportamenti che dovrebbero, invece essere abituali e far parte della “cultura stradale di qualsiasi cittadino che abbia un minimo di senso civico.

  • cavier

    Grazie per la vostra cortese risposta, soprattutto in merito alla situazione di via Nocelli.
    Spero che comunque la diatriba della effettiva proprietà e competenza di una strada non tolga a quanto da voi concordato sulla sicurezza stradale.
    Grazie e buon lavoro!



Devi essere loggato per postare un commento, Log in »