Pulizia strade e tombini raccolta acque di superficie

Data: Ticket: # 377
Categoria: Segnalazioni / Manutenzione e arredo urbano 
Mappa: icona mappa ticket377 Stato:
Vota :    0
Buongiorno, nella mattinata odierna venerdì 3 marzo, i cantonieri comunali, coadiuvati da alcuni volontari del tutto male accessoriati (ritengo allucinante sfruttare questi poveri profughi senza mettere loro a disposizione il necessario - una scopa e nessuna mascherina- e soprattutto istruirli e affiancarli), hanno effettuato lo spazzamento manuale della strada provinciale nel tratto di via Vittorio Veneto dal numero civico 65, fin oltre la rotonda di piazza Caduti sul Lavoro. Le foto si riferiscono ai tombini all'altezza dei numeri 65 e 67, da cui si evince che chi ha spazzato questo tratto di provinciale, al posto di raccogliere la ghiaia, semplicemente l'ha spinta all'interno dei pozzetti (in particolare il pozzetto antistante il civico 67)...la buona massaia non nasconde la polvere sotto i tappeti! Siccome non più tardi di un anno fa il canale di scarico di tali opere risultava completamente intasato dall'incuria dell'ente comunale, con conseguenza di infiltrazioni nella cantina di mia proprietà, segnalo che in collaborazione con i vicini di casa che mi hanno segnalato l'accaduto, si sia provveduto in autonomia alla pulizia dei pozzetti (viste le previste piogge). Mi hanno segnalato inoltre che anche altri cittadini hanno eseguito tale pulizia sul lato stradale opposto, nella tarda mattinata e per il medesimo problema. Risulta naturalmente incomprensibile come una Amministrazione Pubblica vada a spendere e sperperare soldi dei cittadini in opere superflue e non necessarie, senza più garantire i servizi minimi, come avveniva non più tardi di una decina di anni fa..soprattutto non è neppure una questione di costi, ma di volontà. Speriamo, io ed il vicinato, di poter mettere fine con questa mia segnalazione al ripetersi di fatti analoghi.
robilante_377_1.png robilante_377_2.png robilante_377_3.png

  • Comune di Robilante

    Prendiamo atto dello sbagliato sversamento del materiale spazzato nei tombini e della tempestiva opera di pulizia autonomamente e con senso civico messa in atto da alcuni Cittadini a protezione anche delle proprie abitazioni.
    Sulle scelte, l’eventuale sperpero di soldi pubblici e le opere superflue ognuno ha giustamente le proprie priorità: eventualmente i Cittadini interessati alla discussione avranno certamente modo di modificare le scelte impegnandosi prossimamente in prima persona. Il bello, in Democrazia, è che c’è il giusto spazio e luogo per tutti.

  • Patrizio

    Vorrei far cortesemente notare all’interlocutore dell’Amministrazione Comunale (il quale non ritengo abbia titolo alcuno per giudicare un cittadino, soprattutto se questi compie il suo dovere con senso civico), che quanto da me riportato è frutto di un ragionamento spontaneo mio e del vicinato: tutto il resto è “aria fritta”. Nella segnalazione si fa presente che lo sperpero esiste quando le spese vanno a discapito dei servizi essenziali come in questo caso, ma potrei fare altri esempi. Inoltre la Democrazia da lei tanto decantata è altra cosa, e spiace sentire certe affermazioni. Il sottoscritto, per il tempo che dedica alla vita del paese, da sempre, non ha la necessità alcuna di impegnarsi maggiormente in beghe amministrative, per abbandonare quanto già fa…ognuno è libero di fare le proprie scelte: voi avete scelto di entrare in politica, siete stati eletti e dovete rispondere di fronte ai cittadini delle vostre scelte, non potete dire “non ho da rendere conto a nessuno”. Troppo comodo girare la frittata… Un esempio di soldi sperperati l’anno scorso: per l’intervento dello spurgo il comune ha speso più di 300€ e la sostituzione di alcune botole (di cui non conosco la spesa) oltre ad ore di lavoro degli addetti, oggi per pulire quei due tombini, abbiamo impiegato 10 minuti!!

  • Comune di Robilante

    La fabbrica è spazio di Partecipazione e nel rispetto del regolamento e delle persone è certamente possibile giudicare l’operato dell’Amministrazione a cui non ci sottraiamo. Al post ha risposto l’assessore alla Partecipazione Popolare.



Devi essere loggato per postare un commento, Log in »