Fabbrica del cittadino: per una lettura corretta degli stati delle segnalazioni

Data: Ticket: # 1133
Categoria: Amministrazione / Notifiche e segnalazioni 
Mappa: icona mappa ticket1133 Stato:
Vota :    0
A seguito di alcune richieste da parte di utenti del Portale, in merito alle risposte fornite dagli uffici del Comune su Fabbrica del Cittadino, si rendono necessarie alcune precisazioni, per offrire agli utenti una corretta chiave di lettura. La Fabbrica del Cittadino è un portale che deve agevolare e rendere semplice e trasparente il contatto cittadino/ufficio comunale, un modo per rendere agevole e immediato l'inoltro di una semplice segnalazione da parte del Cittadino senza recarsi necessariamente al Palazzo comunale, proprio nel momento del vivere quotidiano in cui rileva una criticità come fruitore di servizi. Il Portale non deve essere utilizzato per le situazioni che il cittadino ritiene urgenti e pericolose per la pubblica incolumità, per le quali si devono utilizzare i canali istituzionali. Viceversa il Portale è di grande utilità per gli uffici grazie ad un report quotidiano delle eventuali problematiche avvertite dai cittadini sull’intero territorio. Di fronte alle segnalazioni ricevute, si presentano agli uffici comunali diversi scenari operativi: - l'immediato intervento e la risoluzione diretta della problematica perché esistono già le condizioni tecniche operative e gestionali tali da poter intervenire con immediatezza - una presa in carico della segnalazione per interventi di competenza diretta del Comune, che si traduce operativamente nel programmare nel più breve tempo possibile la risoluzione della stessa (si tratta non solo di verificare la disponibilità di bilancio sulla base della programmazione già stabilita in base alle priorità, ma anche, spesso, di espletare procedure di affidamento che hanno tempistiche dettate da una puntuale normativa) - una presa in carico della segnalazione che viceversa riguarda servizi gestiti da altri Enti/imprese: in questo caso, gli uffici comunali inoltrano la segnalazione sollecitando l’Ente/impresa interessato alla risoluzione del disservizio sulla base dei contratti eventualmente in essere e all'occorrenza, applicando delle penali nel caso in cui la problematica non sia risolta. La terminologia utilizzata per definire lo “stato” della segnalazione è la seguente: aperta: la segnalazione è stata inoltrata dal cittadino ed è in attesa di essere presa in carico in esame: l’ufficio preposto dal Comune (il Servizio Risorse al Cittadino) controlla quotidianamente le segnalazioni e in base al loro contenuto le “assegna” all’ufficio competente. In ogni area del Comune è individuato un referente per la gestione e risposta delle segnalazioni Chiusa: con il termine “Chiusa” non si intende necessariamente la risoluzione immediata e completa della segnalazione, piuttosto, sulla base delle casistiche sopra descritte, assume il significato di “E’ stato fatto nell’immediatezza quanto possibile per prendere in carico la questione e rispondere al cittadino” . Non significa quindi che in qualsiasi caso la problematica è risolta immediatamente e definitivamente, bensì che sono stati avviati in quel momento tutti gli iter che nell'immediato potevano essere percorsi per la risoluzione della stessa (immediata, programmata o richiesta a terzi).

Devi essere loggato per postare un commento, Log in »